Dipartimento di<br /> Ingegneria Civile, Edile e Ambientale<br /> dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

Dipartimento di
Ingegneria Civile, Edile e Ambientale
dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

  • 04.08.2020: Collegio degli Studi di Ingegneria - PRESENTAZIONE DEI CORSI DI STUDIO AI NUOVI ISCRITTI - a.a.2020-21 ...approfondisci
  • 02.08.2020: Lezioni in presenza nel primo semestre 2020‐2021 – Collegio di Ingegneria ...approfondisci
  • 27.07.2020: SPECIFICHE RELATIVE ALLA DIDATTICA ‘BLENDED’ PER L’ANNO ACCADEMICO 2020-21 ...approfondisci
  • 02.07.2020: International Competition for Students. FUTURE CITY. SMART DESIGN FOR POST-PANDEMIC WORLD INTERNATIONAL ...approfondisci
  • 30.06.2020: Corso sulle Nuove Tecnologie per il Restauro ...approfondisci
  • 29.05.2020: Il Dipartimento di Eccellenza Dicea Federico II bandisce 44 Premi per i suoi laureati e dottori ...approfondisci
  • 14.05.2020: ERASMUS+ 2019/2020 ...approfondisci
  • 31.03.2020: Orientamento in uscita e placement 2020 ...approfondisci
  • 30.03.2020: Federico II contro il COVID-19 *Raccolta fondi* ...approfondisci
  • 11.03.2020: Messaggio agli Studenti sulle procedure per l’emergenza sanitaria Coronavirus avviate dalla Federico II e dal Dicea ...approfondisci
  • Dicea
    corsi di studio
    Corsi di studio
    Ingegneria Edile (Magistrali)

Coordinatore: Marina Fumo

Obiettivi
La Laurea magistrale in Ingegneria Edile ha come obiettivo la formazione di una figura professionale in grado di
predisporre completi e corretti progetti di opere, e dirigerne la realizzazione, con particolare riferimento al recupero dell’edilizia esistente ed alla realizzazione di nuove costruzioni edilizie, coordinando, a tali fini, ove necessario, altri specialisti ed operatori nei campi dell’architettura, dell’ingegneria edile e dell’urbanistica.

Competenze
Il percorso didattico prevede l’acquisizione delle seguenti capacità: 
conoscenze approfondite degli aspetti del comfort ambientale con riferimento sia alle problematiche di base che agli elementi di progettazione e tecnica applicata che scaturiscono dall’utilizzazione di diversi materiali e tecniche costruttive, tradizionali ed innovativi, nell’ambito degli organismi edilizi esistenti e di nuova costruzione; conoscenze approfondite degli aspetti della sicurezza e del recupero edilizio con riferimento sia alle problematiche di base che agli elementi di progettazione e tecnica applicata che scaturiscono dall’utilizzazione di diversi materiali e tecniche costruttive, tradizionali ed innovativi, nell’ambito degli organismi edilizi esistenti e di nuova costruzione; conoscenze approfondite degli aspetti strutturali con riferimento sia alle problematiche di base che agli elementi di progettazione e tecnica applicata che scaturiscono dall’utilizzazione di diversi materiali e tecniche costruttive, tradizionali ed innovativi, nell’ambito degli organismi edilizi esistenti e di nuova costruzione.

Sbocchi professionali
I laureati magistrali saranno in possesso di una formazione metodologica e culturale completa per lo svolgimento
della attività di progettazione e consulenza connessa all'esercizio della libera professione con la relativa assunzione di responsabilità prevista dalla legislazione. Essi potranno svolgere funzioni di elevata responsabilità in studi professionali e società di progettazione, in istituzioni ed enti pubblici e privati, operanti nei campi della costruzione e trasformazione della città e del territorio.
Il corso prepara alle professioni di Ingegneri edili, Urbanisti e specialisti del recupero e della conservazione del territorio.

Prova finale
Per essere ammesso all'esame di laurea magistrale, lo studente deve avere acquisito tutti i crediti formativi previsti 
dal suo Piano di studio, tranne quelli relativi all'esame finale. Inoltre, è necessario che lo studente abbia adempiuto ai relativi obblighi amministrativi.
La prova finale consiste nella discussione di una tesi scritta, ovvero di un elaborato progettuale corredato da grafici, redatta in modo originale dallo studente sotto la guida di uno o più relatori. Inoltre, il candidato dovrà provvedere a redigere un breve documento di sintesi del lavoro svolto, da far pervenire ai componenti la Commissione giudicatrice.
Il lavoro di tesi può anche essere redatto in lingua inglese. In tal caso ad esso deve essere allegato un estratto in lingua italiana.

Link al Rapporto ciclico di Riesame

Link al sito web del Corso di Ingegneria Edile